banner6

 

 

La prevenzione incendi negli uffici

 

Sulla Gazzetta Ufficiale n.145 del 23 giugno 2016 è stato pubblicato il decreto del Ministero dell'Interno 8 giugno 2016 recante "Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di ufficio", ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

La norma riguarda gli uffici con oltre 300 persone presenti, ovvero gli edifici o locali adibiti all'attività di ufficio di qualsiasi tipo, all'interno dei quali possono essere comprese anche specifiche attività, non strettamente riconducibili all'ufficio stesso, ma in ogni caso funzionali e compatibili con tale destinazione d'uso (es. pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande, agenzie di servizi, aree commerciali di modeste superfici con quantitativi di materiali combustibili non significativi ecc.).

Il decreto, che entrerà in vigore il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, potrà essere applicato alle attività esistenti alla data di entrata in vigore del provvedimento, indicate dal numero 71 all'allegato 1 del D.P.R. 1° agosto 2011, n. 151 (aziende ed uffici con oltre 300 persone presenti (Categoria A fino a 500 persone; B oltre 500 e fino a 800 persone; C oltre 800 persone). Potrà essere applico in alternativa a quanto previsto dal Decreto Ministeriale 22 febbraio 2006.

 

 

INAIL: il nuovo modello OT/24

 

Il modello OT/24 deve essere utilizzato per la richiesta di riduzione del tasso medio di tariffa dopo il primo biennio di attività. Presentando il modello OT/24 le aziende che abbiano posto in essere, nell’anno 2016, misure volte a migliorare le condizioni di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro potranno infatti richiedere la riduzione del tasso medio di tariffa. Un’iniziativa dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro per incentivare l’adozione di misure di sicurezza sul luogo di lavoro che vadano oltre i meri adempimenti di legge.

Per accedere allo sconto INAIL è dunque necessario che gli interventi attuati rappresentino un’ulteriore misura di miglioramento non obbligatoria ma applicabile su base volontaria.

La presa visione del modello OT/24 in vigore rappresenta un’utile indicazione e va tenuto in considerazione per individuare le voci presenti nello stesso e quindi definire una programmazione degli interventi aziendali in materia di sicurezza che consenta di accedere allo sconto INAIL, con particolare attenzione ai punteggi associati a ciascuna misura e alla documentazione probatoria richiesta. Il nuovo modello OT/24 è valido per le istanze che verranno inoltrate nel 2017 (entro il mese di febbraio) in relazione agli interventi migliorativi adottati dalle aziende nel 2016.

TI ASPETTIAMO PRESSO I NOSTRI UFFICI PER PREDISPORRE LA TUA DOMANDA!